TUBAZIONI PER TRASPORTO PNEUMATICO

VENDITA TUBAZIONI TRASPORTO PNEUMATICO

Le valutazioni sulle specifiche dei componenti di un impianto di trasporto pneumatico non finiscono con le pompe, le soffianti, i sistemi di filtraggio e le valvole. Anche le condotte di trasporto, i tubi dentro i quali scorre la miscela aria materiale, sono ugualmente importanti e necessitano di un'attenta progettazione, soprattutto quando si devono spostare sostanze abrasive. Devono essere fatte delle scelte oculate riguardo il materiale con cui costruirle, riguardo il loro spessore, la finitura più adatta per la superficie interna ed il tipo di gomiti da utilizzare. Apply oltre a fornire sistemi di trasporto pneumatico chiavi in mano, vende ogni tipo di tubatura disponibile sul mercato, dalla semplice condotta rettilinea, fino all'ultimo modello di tubo a gomito studiato per un singolo tipo di materiale.

SPESSORE DELLA CONDOTTA

Uno dei parametri principali su cui porre l'attenzione per il corretto funzionamento di un impianto di trasporto pneumatico è il minimo valore di velocità che l'aria deve mantenere nelle tubazioni. Scendere sotto questo valore, anche di poco, può comportare il blocco completo del sistema. Qui entra in gioco la qualità della lavorazione con cui il tubo è stato prodotto: se il diametro interno non è perfettamente aderente alle specifiche, lungo tutta la lunghezza, si può incorrere in gossi problemi, nonostante la corretta progettazione fatta dagli ingegneri. Il nostro reparto di carpenteria può produrre tubazioni, ad altissima qualità realizzativa, con servizio rapido ed anche da vostro disegno. Lo spessore della condotta influenza anche la vita media della stessa e deve essere scelto adeguatamente quando il trasporto riguarda materiale abrasivo. Viceversa se il materiale da movimentare non ha caratteristiche di erosività, possono essere utilizzate condotte sottili, quindi più leggere, più facili da installare, particolarmente quando siano in verticale.
Se la tubazioni devono trasportare materiali con particelle molto grandi, queste tenderanno a "saltellare" lungo il tubo, come conseguenza dell'azione combinata della forza di gravità e della forza di trascinamento dell'aria. Se il materiale oltre ad avere particelle grandi è abrasivo, allora il risultato di questo "saltellamento" sarà una scanalatura da logorio che si andrà a produrre sul fondo del condotto. L'acciaio dolce è particolarmente soggetto a questo fenomeno. ecco che allora sarà necessario affidarsi a tubazioni spesse e nel caso ricorrere alla rotazione periodica delle condotte.

MATERIALE DELLA CONDOTTA

Sebbene l'acciaio sia il materiale più utilizzato, in Apply disponiamo di molte altre condotte di materiali diversi, in modo da venire incontro alle diversificate esigenze del trasporto pneumatico. Abbiamo già detto che i tubi dal piccolo spessore sono più facili da montare per via della loro leggerezza. I tubi in alluminio sono spesso utilizzati a questo scopo. Per via della possibile presenza di umidità e condensa, i tubi possono essere soggetti alla ruggine, che finirà per contaminare il materiale trasportato. Quando l'igiene è fondamentale, come ad esempio in campo farmaceutico o alimentare, l'uso dell'acciaio inossidabile è d'obbligo.
Ci sono casi in cui è richiesto un grado di flessibilità maggiore di quello garantito da gomiti e tubi rettilinei; ecco che entrano in gioco i tubi flessibili. Ad esempio quando una singola linea di alimentazione deve rifornire un certo numero di linee secondarie ed un deviatore di flusso non sia adatto, allora è possibile inserire una sezione con tubi flessibili di acciaio intrecciato. I tubi flessibili in gomma naturale o in materiali sintetici sono una soluzione largamente diffusa per lo scaricamento del materiale da camion, navi o vagoni ferroviari.
Per movimentare materiali molto abrasivi le condotte in acciaio dolce non sono adatte, si preferisce la lega di ghisa, l'acciaio associato al basalto oppure la più costosa e resistente allumina. Una costruzione molto comune vede i tubi rettilinei in basalto e l'allumina per le curve ed i gomiti. L'usura erosiva è infatti molto più intensa dove le condotte cambiano direzione.
I materiali friabili necessitano di essere movimentati con delicatezza, cioè controllando adeguatamente le condizioni di trasporto. Per quel che riguarda i tubi, i maggiori problemi in questo senso si incontrano nei gomiti; è la decelerazione degli elementi di materiale, causata dall'impatto con le curve, che genera la maggior parte dei danni. Grazie all'utilizzo ad esempio di gomma ed uretano si può significativamente ridurre la degradazione derivante da tali collisioni. Ovviamente occorre un'analisi sulla compatibilità fra sostanza trasportata e tipo di gomito per decidere forma e materiale di quest'ultimo.
Sistema di trasporto pneumatico con sei condotte in primo piano

FINITURA SUPERFICIALE

Molte applicazioni di trasporto pneumatico necessitano di specifiche lavorazioni suprificiali delle tubazioni, sia sulla superficie interna che in quella esterna. La nostra azienda vende condutture con lavorazioni superficiali già pronte per gli usi più comuni e può anche effettuare lavorazioni superficiali a richiesta, anche su vostri tubi, nel nostro reparto carpenteria. Le finiture superificiali interne sono in genere richieste per via della resistenza che l'attrito oppone al flusso. Oppure per particolari materiali trasportati, come il polietilene, sono necessarie per ridurre il problema dei capelli d'angelo o dello scioglimento delle particelle del materiale. In questi casi è indicata una speciale lavorazione che renda la superficie ruvida.

GOMITI E CURVE

Le curve ed i gomiti delle tubazioni sono fondamentali per dare al sistema di trasporto pneumatico flessibilità nella costruzione dei percorsi da compiere, ma sono causa di alcune problematiche che devono essere tenute in considerazione in fase progettuale. Ogni curva dà un contributo alla resitenza globale dell'impianto e quindi alle pressione dell'aria necessaria. Il brusco cambio di direzione dato da un gomito comporta problemi con le sostanza friabili e può generare capelli d'angelo con le sostanze sintetiche. Dalla nostra azienda potrere acquistare curve e gomiti di materiali e forme differenti, che sono stati studiati per minimizzare i problemi citati. Fra i materiali disponiamo di curve e gomiti in acciaio, ghisa, leghe, basalto, gomma, allumina ed altri materiali. Quanto alle forme le curve convenzionali hanno alesaggio e raggio costanti, poi ne sono state sviluppate altre con caratteristiche specifiche per il trasporto pneumatico.
Ad esempio per il trasporto di sostanze abrasive vendiamo il gomito a T cieco, talmente efficace che può essere costruito anche con materiali di scarto. Il baccio cieco della T intrappola una piccola quantità di sostanza trasportata, cosicchè la nuova sostanza in arrivo dalla condotta collide con questa anzichè con il gomito, che quindi risulta protetto. Di contro si ha però un incremento nella caduta di pressione e si deve periodicamente dedicare un po' di tempo alla pulizia del braccio cieco. Una versione più avanzata del gomito a T cieco è il gomito Booth, dove la parte cieca è leggermente incurvata in modo che la sostanza che vi rimarrà intrappolata possa essere facilmente spurgata; è anche presente un tappo filettato per interventi in caso di blocco. Un'altra versione, ancora più resistente all'erosione e alla degradazione, prevede che il braccio cieco sia costituito da una camera sferoidale, dove la sostanza intrappolata rimanga in costante movimento vorticoso, così da garantire un effetto di ammortizzazione per la sostanza in arrivo. Il gomito a curva espansa invece è pensato per la protezione sia del tubo che del materiale. Entrambi questi problemi sono significativemante influenzati dalla velocità. Con l'espansione di una larga parte del gomito la velocità dell'aria si riduce, con conseguente riduzione della velocità di impatto della sostanza contro la parete della tubazione. La turbolenza nella curva è così intensa che anche se la velocità dell'aria decresce sotto al valore minimo necessario per trasportare quella sostanza, è altamente improbabile che si verifichi un blocco in corrispondenza della curva. Il gomito a gamma è invece stato appositamente progettato per minimizzare il problema della formazione dei capelli d'angelo, presente con sostanze come il nylon ed i polimeri quando scivolano lungo la superificie interna di un tubo convenzionale.

CONTATTACI